Newwave Media srl

Studio Mistretta

Vicini al Parco Lambro, vicini a voi.
Da 30 anni a Milano, al servizio
del cittadino e delle imprese.

Corte di Cassazione Lavoro Licenziamento

Licenziamenti insindacabili.

marzo 2017

La Corte di Cassazione, con sentenza 25201/2016, finalmente, interpreta nel modo corretto le norme sul giustificato motivo di licenziamento (giustificato motivo oggettivo).

La nozione di giustificato motivo è contenuta nell’art. 3 della legge 604 del 1966 che recita: “Il licenziamento per giustificato motivo con preavviso è determinato da un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro, ovvero da ragioni inerenti all’attività produttiva, all’organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa”.

Nella prima parte si definisce il giustificato motivo soggettivo, nella seconda si definisce l’oggettivo.

Semplicemente leggendola si nota che la norma non fa affatto riferimento alle condizioni economiche dell’azienda, ma si concentra sull’attività produttiva, sull’organizzazione del lavoro e sull’efficienza, lasciando il tutto all’insindacabile scelta del datore di lavoro!

Licenziamenti insindacabili

Share this article

ATTENZIONE AL MANCATO VERSAMENTO CONTRIBUTIVO!!

Il mancato versamento della contribuzione sulle retribuzioni pagate ai dipendenti ha rilevanza penale...

dicembre 2017
more

LICENZIAMENTO DISCIPLINARE: OCCHIO ALLA PROCEDURA!!

novembre 2017
more

Riduzione contributiva forfetari 2017.

I contribuenti titolari di partita IVA, nel regime forfetario, che svolgono attività di impresa (artigiani/commercianti) possono, con comunicazione da effettuare entro e non oltre il 28/2, dichiarare l'intenzione di beneficiare dell'aliquota ridotta.

L'aliquota contributiva applicata sarà così ridotta del 35%.

febbraio 2017
more

DICHIARAZIONE ALL’ENEA ANCHE PER IL 50%?

gennaio 2018
more